martedì 27 novembre 2018

Radicchio, bontà e salute in un ortaggio tutto da scoprire


Bello da vedere e ottimo da mangiare: il radicchio rosso è un ortaggio invernale ricco di sali minerali e di sostanze antiossidanti, proprio come la frutta e la verdura di colore rosso-viola. Perfetto per la nostra linea grazie al bassissimo contenuto calorico, contiene - tra gli altri - ferro e zinco e fornisce un ottimo apporto di fibre. Scopriamo insieme le tante buone ragioni per consumare un prodotto di qualità tipicamente coltivato nelle province di Treviso, Padova e Venezia nelle varietà più pregiate e tutelate IGP (Indicazione Geografica Protetta).


 
Il Radicchio Rosso di Treviso IGP viene coltivato in terreni non solo fertili, ma soprattutto ricchi di acqua: in particolare in un’area solcata dalla cosiddetta linea delle risorgive, che divide l’alta dalla bassa pianura. Qui le purissime acque di falda che scendono a valle dalle Dolomiti e scorrono sotterranee sotto un materasso ghiaioso, incontrando strati meno permeabili come le argille, tendono spontaneamente a risalire in superficie dando origine a diversi corsi d’acqua. Il più importante è il fiume Sile, la cui zona umida è sotto tutela del Parco Naturale Regionale. 

Stitichezza, addio: proprio grazie all'elevato contenuto di acqua e di fibre, il radicchio favorisce la funzionalità intestinale ed è perfetto in caso di stipsi. Inoltre il radicchio contiene insulina, un carboidrato presente in diversi alimenti di origine vegetale, che arrivando nell'intestino senza essere digerito viene utilizzata dai batteri della flora intestinale che lo fermentano per ricavarne nutrimento in questo modo favorendo la crescita dei batteri intestinali alleati della nostra salute. La sostanza amara presente nel radicchio, oltretutto, stimola la produzione di bile favorendo la digestione e sostenendo la funzionalità del fegato, mantendolo sano ed efficiente.

Vade retro, raffreddore: tra le tante proprietà del radicchio non possiamo dimenticare quella di rafforzare le nostre difese immunitarie. Grazie al ricco contenuto di vitamina C, il radicchio è perfetto proprio durante la stagione fredda, quando siamo maggiormente esposti all’attacco di virus e batteri. 

Il cuore ringrazia: il radicchio rosso appartiene ai cibi alleati della circolazione sanguigna. Infatti gli antociani sono in grado di inibire l’azione di alcuni enzimi coinvolti nella demolizione delle fibre di elastina e collagene, che compongono la parete dei vasi sanguigni. Il prezioso contenuto di vitamina C è utile a rafforzare vene e arterie e quindi a migliorare la circolazione e la tonificazione muscolare.

Centimetri sotto controllo: se ancora non bastasse, il radicchio rosso di Treviso è perfetto per tenerci in forma. Infatti, oltre a contenere poche calorie e molta acqua e fibre, che aumentano il senso di sazietà, ha anche proprietà analgesiche e sedative; contiene triptofano, un precursore della serotonina, l'ormone che controlla l’umore a livello cerebrale e provoca il restringimento dei vasi sanguigni, perfetto per combattere la depressione, l’ansia e l’insonnia, per aiutare a smettere di fumare e contro il disturbo da deficit di attenzione/iperattività. 

Tanto gusto in tavola: il radicchio di Treviso IGP arriva in autunno inoltrato e si presenta nella varietà cosiddette "tardiva" e "precoce": il tardivo è riconoscibile per le foglie lunghe e affusolate di un colore rosso vinoso intenso e si caratterizzano per una costa bianca centrale, mentre il precoce ha un cespo voluminoso dal colore rosso intenso ed una nervatura principale bianca e molto accentuata. E' perfetto per molte preparazioni alimentari: dal risotto alle zuppe, dagli aperitivi ai contorni, ma anche per torte golose da realizzare con farine di nocciole e noci e da accompagnare a creme di mascarpone. Una vera delizia per il palato!

Nessun commento:

Posta un commento